3 semplici consigli per aumentare il traffico del sito web con l’email marketing

L’era di Internet ha notevolmente cambiato il modo in cui si può fare marketing. Non solo riduce i costi, ma può anche raggiungere più persone rispetto alle tradizionali strategie di marketing.

Il marketing su Internet attualmente include link di affiliazione, programmi, omaggi e interessanti espedienti promozionali. Tra le molte forme di marketing su Internet, l’e-mail mostra un grande potenziale e molti marketer di successo ne hanno approfittato.

L’email marketing ha ora portato il marketing su Internet al livello successivo del marketing. Le persone inevitabilmente si affidano quotidianamente alla posta elettronica per ottenere informazioni. Ora è considerato lo strumento perfetto per una comunicazione rapida e rapida tra operatori di marketing e destinatari. Tuttavia, come con qualsiasi strategia impiegata, è importante tenere a mente di rimanere etici quando si utilizza questo potente strumento.

Lascia che questo breve articolo ti aiuti a mettere il piano di gioco dell’email marketing in una prospettiva più chiara. A beneficio del lettore, questo include alcuni suggerimenti costruttivi che possono massimizzare il potenziale dell’email marketing.

Per essere più interattivi, dipingiamo qui uno scenario in cui una persona sta cercando un modo efficace per commercializzare un fantastico prodotto su Internet. Ha iniziato a creare un sito Web con una grafica accattivante e informativa per mostrare il prodotto e fornire un modo per ricevere ordini dagli acquirenti. Ora arriva il problema, il traffico sul sito Web è basso. Quindi prova il marketing virale su Internet e l’e-mail marketing per aumentare la consapevolezza del sito. L’obiettivo è aumentare il numero di visualizzazioni del sito Web e successivamente convertirlo in vendite effettive.

Di seguito 3 consigli molto preziosi per raggiungere eticamente l’obiettivo con risultati promettenti:

1. Partecipa alle e-community

Persone con interessi comuni hanno formato molte comunità o gruppi virtuali su Internet. Queste comunità hanno il vantaggio di essere molto orientate alla nicchia e quindi dovrebbero essere valutate molto da un marketer. Può facilmente ottenere un accesso diretto a potenziali clienti rispetto alla pubblicità tradizionale casuale.

Tuttavia, molti nuovi arrivati ​​hanno agito troppo frettolosamente quando hanno utilizzato le mailing list di queste e-community. Ciò potrebbe in seguito comportare che il nuovo arrivato debba pagare un prezzo elevato poiché la sua reputazione potrebbe essere offuscata, causando potenzialmente la retrocessione dell’immagine del prodotto.

Il modo migliore per evitare questa situazione è infiltrarsi prima nelle comunità elettroniche per comprendere meglio l’atmosfera o l’atmosfera. Ciò può essere ottenuto partecipando prima alle comunità e lasciando preziosi commenti sui forum e costruendo relazioni di fiducia con altri membri. Col tempo, una volta instaurato il rapporto richiesto, potrà lanciare la sua campagna di email marketing attraverso le mailing list.

2. Scrittura creativa

L’email marketing funziona consentendo al marketer di parlare in modo persuasivo dei propri prodotti, il che può eventualmente indurre i destinatari a impegnarsi a effettuare un acquisto. L’essenza, quindi, risiede nell’uso abile di parole che sono persuasive, influenti e portano al risultato desiderato.

La prima impressione è la più importante. Pertanto, l’inizio dell’e-mail deve essere attraente e in grado di catturare l’attenzione del destinatario come qualsiasi titolo di giornale. Le prossime righe dovrebbero delineare il contenuto per i destinatari.

Deve quindi assicurarsi che il testo dell’e-mail contenga informazioni sufficienti sul suo prodotto. Ricorda che alla gente non piacciono le informazioni ambigue. L’ultima parte dell’e-mail dovrebbe essere dedicata a sollecitare i destinatari a soddisfare le richieste dell’e-mail, sia che si tratti di visitare il suo sito Web o di effettuare effettivamente un acquisto. Vale la pena coinvolgere e intrattenere i destinatari in tutta l’e-mail utilizzando parole create con cura.

3. Niente SPAM

La regola proibita numero uno nell’email marketing non è mai lo spam. Lo spam è ampiamente definito come e-mail non richieste, solitamente da inserzionisti casuali. Le persone generalmente detestano le e-mail di spam poiché occupano spazio di archiviazione e-mail non necessario, con conseguente mancato recapito di e-mail importanti. Anche le e-mail di spam infastidiscono facilmente i destinatari. La tradizionale posta indesiderata promozionale richiede meno sforzi per l’eliminazione del destinatario, mentre la posta indesiderata è spesso un’attività aggiuntiva da risolvere. Inoltre, oggigiorno i server di posta elettronica dispongono di filtri antispam che possono filtrare le e-mail e quindi rendere più difficile l’accesso al destinatario. Se alla fine le sue e-mail vengono contrassegnate come spam, anche la sua reputazione ne risentirà gravemente.

Se segui questi 3 semplici consigli quando lanci una campagna di email marketing, la percentuale di successo sarà decisamente più alta. Agire in modo etico aiuta a costruire una solida reputazione che porta l’email marketing a un livello superiore e una strategia di marketing di lunga durata.

Vai su www.InboxCashMethod.com e ottieni le tue comprovate tecniche di cassa in arrivo gratuite per imparare a riempire la tua casella di posta in contanti utilizzando il potere dell’email marketing.

Leave a Comment