4 errori mortali nell’email marketing che devi evitare

Usi l’email marketing per rimanere in contatto con i tuoi potenziali clienti e fornire loro informazioni utili? Se non lo fai, stai lasciando un sacco di soldi sul tavolo. L’email marketing è uno dei modi più efficaci per costruire relazioni e aumentare le vendite. È più facile vendere a qualcuno che conosci che a uno sconosciuto. Quando offri valore agli iscritti alla tua lista, saranno più ricettivi nel rispondere a qualsiasi offerta che farai loro in futuro.

Una lista è la tua risorsa perché ti consente di aumentare il traffico e le vendite secondo necessità. Con il clic di un pulsante, puoi accedere istantaneamente a un gruppo di pubblico. Anche se l’email marketing sembra semplice, non lo è. Molti e-mail marketer commettono errori che danneggiano il rapporto con i propri abbonati e distruggono ogni possibilità di vendita.

Ora permettimi di condividere con te 4 errori mortali di email marketing che devi evitare:

1. Invio di e-mail troppo spesso ai tuoi abbonati. Se invii email ai tuoi abbonati troppo spesso, ti vedranno come uno spammer. La frequenza dipende davvero dal tipo di elenco che stai raccogliendo. Ad esempio, se il tuo elenco fornisce un prezzo forex giornaliero, va benissimo inviare un’e-mail ogni giorno. Se le persone si uniscono alla tua lista per gli aggiornamenti, un’e-mail settimanale o bisettimanale va bene.

2. Cattivo contenuto. Se ogni email è una presentazione di vendita o una promozione, non otterrai risultati dall’email marketing. Devi offrire un valore reale ai tuoi abbonati. Invia loro omaggi, informazioni sul settore e aggiornamenti. Mentre scrivi il corpo della tua email, ricorda che ai tuoi lettori non importa molto di te. Quello che vogliono sapere è cosa c’è dentro per loro. La tua email dovrebbe contenere più “tu” che “io”.

3. Oggetto errato. Il tasso di apertura della tua e-mail è direttamente influenzato dalla riga dell’oggetto. Se la tua riga dell’oggetto non riesce ad attirare l’attenzione dei tuoi visitatori, non la apriranno. Quando prepari una campagna email, considera sempre almeno 10 righe di oggetto in modo da poter scegliere quella migliore per la campagna.

4. Nessun invito all’azione nelle e-mail. Questo è l’errore più comune che hanno commesso i miei numerosi venditori di posta elettronica. Se desideri che i tuoi lettori facciano clic sul tuo link e visitino il tuo sito Web, devi includere inviti all’azione nelle tue e-mail. Non è sufficiente includere solo un collegamento nella tua e-mail. Devi dire ai tuoi lettori cosa fare dopo.

Spero che tu non commetta questi 4 errori di email marketing. Inizia subito a creare la tua lista!

Leave a Comment