Errori comuni di web design per piccole imprese da evitare

In qualità di piccolo imprenditore, probabilmente sai già che il tuo sito web è uno strumento molto importante per commercializzare il tuo marchio e raggiungere il tuo pubblico di destinazione. Per avere successo, devi assicurarti che il design del tuo sito web sia attraente e funzionale per il tuo pubblico. Sfortunatamente, ci sono alcuni errori di web design per piccole imprese che sono fin troppo comuni. A volte ciò si verifica quando i proprietari di piccole imprese assumono un designer a buon mercato credendo di ottenere valore, anche se a volte si tratta di errori che il proprietario del sito Web commette omettendo alcune informazioni vitali.

Per assicurarti di massimizzare il potenziale del tuo sito Web aziendale, tieni a mente queste insidie ​​ed evitale.

Errore 1: non creare fiducia

Costruire la fiducia con il tuo pubblico è senza dubbio la cosa più importante che qualsiasi web design per piccole imprese dovrebbe fare. In realtà ci sono alcuni modi davvero semplici e veloci per creare fiducia e migliorare il tasso di conversione. Innanzitutto, assicurati che il tuo indirizzo completo, il nome dell’azienda e il numero di telefono siano inclusi in ogni pagina, preferibilmente nel piè di pagina. Se disponi di una vetrina di e-commerce, assicurati di visualizzare badge come i certificati SSL e il blocco del sito. Dopotutto, la maggior parte delle persone non vorrà effettuare un ordine se dubita della professionalità e della sicurezza del tuo sito web.

Se sei un’azienda molto piccola o un libero professionista, è anche utile aggiungere una tua foto insieme a una citazione personale nella pagina Chi siamo. Preparati a essere molto trasparente sui tuoi servizi e offri quanti più dettagli possibili, comprese eventuali politiche di restituzione o garanzie che offri. Dovresti anche avere una politica sulla privacy sul tuo sito web che dica ai tuoi visitatori cosa fai e cosa non fai con le loro informazioni personali raccolte.

Infine, valuta la possibilità di aggiungere un link rel=”publisher” alla tua home page, che punta alla pagina Google+ della tua azienda. In questo modo, l’immagine utilizzata nel tuo profilo Google+ apparirà accanto al tuo sito web nei risultati di ricerca di Google.

Errore 2: il sito Web è troppo appariscente

Non è raro che gli imprenditori si lascino un po’ trascinare dal contenuto e dal design del loro sito web, chiedendo grafica accattivante e colori audaci che distraggano, non aggiungano valore. Per commercializzare il tuo marchio in modo efficace e aumentare la visibilità, desideri un’interfaccia utente pulita e minimale che impressioni i clienti ma renda loro facile trovare ciò che stanno cercando.

Il contenuto dovrebbe essere diretto e pertinente, non un lungo monologo sconclusionato o una scusa per inserire parole chiave innaturali. Gli utenti dovrebbero avere una buona esperienza e sentire di aver trovato esattamente quello che stavano cercando.

Errore 3: nessun pulsante di invito all’azione

I pulsanti di invito all’azione sono importanti perché indirizzano i visitatori verso il tuo sito web. Mantenendo più a lungo gli utenti del sito Web sul tuo sito, abbassi la frequenza di rimbalzo e aumenti la possibilità di una conversione. Migliora anche l’esperienza dell’utente indirizzando gli utenti esattamente dove vogliono andare, a condizione che non sia esagerato. Ad esempio, se vendi assicurazioni, avresti un pulsante di invito all’azione che richiede agli utenti di richiedere un preventivo. Se vendi prodotti online, disponi di un pulsante di invito all’azione che consenta agli utenti di “acquistare ora” o “aggiungere al carrello”.

Errore 4: Non usare il tag Rel=”Nofollow” sui link in uscita

Infine, un errore di web design molto comune commesso dalle piccole imprese è non utilizzare il tag rel=”nofollow” sui link in uscita dal sito. Anche se non sembra un grosso problema, in realtà ti consente di controllare il “link juice” del tuo sito web che viene passato a tutti i tuoi link “dofollow” in uscita. Solo i link che portano alle tue pagine interne dovrebbero essere “dofollow”, nel senso che trasmettono quel linkjuice.

È anche importante evitare collegamenti a molti siti di bassa autorità o di bassa qualità, soprattutto se non si dispone di molti collegamenti in entrata al proprio sito.

Sfortunatamente, questi errori sono fin troppo comuni, ma per la maggior parte sono molto facili da correggere. Come si suol dire, un’oncia di prevenzione vale una libbra di cura, quindi l’opzione migliore per evitare di commettere questi errori in primo luogo è lavorare con una persona esperta che può creare un web design personalizzato per la tua attività.

Leave a Comment